Comunicazioni

Bonus energia elettrica e gas

Bonus gas, luce e acqua: automatici dal 2021

Dal primo gennaio 2021, in base al nuovo decreto fiscale, lo sconto sulla bolletta di luce, gas e acqua sarà erogato in maniera automatica e a partire dal 1° gennaio 2021 pertanto non sarà più necessaria presentare domanda né istanza di rinnovo.

Chi può richiederlo?

• per famiglie con ISEE non superiore a 8.265 euro
• per famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro
• per i titolari di Reddito di Cittadinanza (Rdc) o Pensione di cittadinanza (Pdc) 

Gli aventi diritto non dovranno più presentare la domanda per poter accedere al beneficio. Lo sconto applicato sulla bolletta sarà in funzione della tipologia di utenza considerata e del numero dei componenti il nucleo familiare. Cambiando fornitore o tipo di contratto (per esempio passando da un contratto dal mercato di maggior tutela ad uno nel mercato libero) il bonus sarà erogabile ugualmente.

Come si verifica che il bonus sia stato concesso e venga corrisposto?

Se il bonus è concesso il cittadino troverà in bolletta un'apposita comunicazione. Se il bonus è in corso di erogazione vengono evidenziati evidenziati in bolletta, nella sezione "totale servizi di rete - quota fissa", sia l'avvenuta ammissione alla compensazione, sia il dettaglio dell'importo relativo all'applicazione del bonus.

Aggiornamenti e approfondimenti

•  ARERA (Autorità per energia, reti e ambiente)

 

L’emigrazione dei Rivaltesi - Raccolta di documenti

Il Comune di Rivalta Bormida, in collaborazione con l'Associazione Culturale "Le Marenche", ha incaricato due studiosi locali di scrivere un libro sulla storia di Rivalta a partire dall'inizio del 1800 fino alla seconda guerra mondiale. I due autori avevano già scritto la storia del paese dalle origini fino alla fine del 1700.

Una sezione importante del libro riguarderà la storia dell'emigrazione di molti Rivaltesi, specie verso il Sud America (Argentina, Brasile, Cile, Uruguay...).

Purtroppo su questo tema mancano quasi del tutto documenti scritti e testimonianze negli archivi storici.

Chiediamo così ai Rivaltesi residenti all'estero, ed a tutti coloro che sono in possesso di materiale, di fornirci copia dei documenti, foto, articoli di giornali dell'epoca, lettere, testimonianze varie...

Il materiale potrà essere inviato all'indirizzo mail info@comune.rivalta.al.it


Immagine di emigranti


Norberto Bobbio e i diritti universali.

Molto pubblico, rivaltese e non solo, a Palazzo Bruni la sera del 18 febbraio per ascoltare la conferenza del Senatore Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione Straordinaria per la promozione e la tutela dei diritti umani del Senato della Repubblica, sul tema 'Norberto Bobbio e i diritti universali'.

L'iniziativa è una delle centocinquanta organizzate nel Paese dal Partito Democratico in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

Il Senatore Marcenaro ha affrontato brillantemente, con ammirevole competenza e con notevole capacità di approfondimento un tema di certo tutt'altro che facile, spaziando dall'analisi dell'evoluzione storica dei diritti individuali, a come questi sono osservati e tutelati nei singoli Stati, e annotando in questo caso i notevoli progressi compiuti, complessivamente, negli ultimi trenta quarant'anni; approfondendo poi le complessità della contrapposizione che sovente si pone tra pulsione morale e necessità di legiferare stabilendo regole di giustizia per il bene comune, oltre che soffermandosi a livello universale, tra l'altro, sull'applicazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

È vero, è stato detto, che Bobbio parlò per tale dichiarazione di "pia illusione"; ma è altrettanto vero, ha ricordato il figlio Andrea Bobbio nel suo intervento, che una nota di ottimismo (peraltro infrequente nel lavoro del padre) il filosofo - che a Rivalta riposa - la rilevò proprio nell'attenzione globale psta, ai nostri tempi, al tema dei diritti degli esseri umani.

Norberto Bobbio affrontò infatti il tema, con la consueta profondità, specialmente nel volume pubblicato nel 1990 da Einaudi, 'L'età dei diritti', anche significando che il rispetto dei diritti deve essere la base stessa della democrazia, condizione necessaria per la pace: come hanno pure ricordato, portando i propri saluti, il Sindaco di Rivalta Bormida Walter Ottria, il Vicesegretario Regionale PD Piemonte Federico Fornaro e il Segretario Provinciale PD Alessandria Daniele Borioli.

Nuovo indirizzo mail in uso agli Uffici Comunali.

Si comunica che il nuovo indirizzo di Posta Elettronica è il seguente:

info@comune.rivalta.al.it 

A partire dal 01/12/2010 il vecchio indirizzo di Posta Elettronica (rivalta.bormida@libero.it) non verrà più consultato.

 

Approvazione da parte del LAU

In data 25/05/2010 il presente sito ha ottenuto l'approvazione da parte del LAU (laboratorio di accessibilità ed usabilità della Regione Piemonte).
Il sito risponde infatti a tutti i requisiti di accessibilità delineati dalla legge 4/2004.
Il report è pubblicato alla pagina Accessibilità. 

Condividi contenuti