La Scheda

Rivalta Bormida


Regione
Piemonte

Provincia Alessandria (AL)
Zona Italia Nord Occidentale
Altitudine 140 m. s.l.m.
Superficie 10,04 km²
Popolazione Residente (2009) 1.442

CAP 15010
Prefisso Telefonico 0144
Codice Istat 006144
Codice Catastale H334

Denominazione Abitanti Rivaltesi
Santo Patrono San Domenico
Festa Patronale 8 agosto

Indice di Vecchiaia (2007) 305,6
Reddito Medio Dichiarato (2005) 17.337
Numero Famiglie (2009) 666
Numero Abitazioni (2001) 966

Cenni storici

1216 - Rivalta Bormida si costituisce come "Libero Comune"
1331 - Si sottomette autonomamente al Marchesato del Monferrato
1487 - Dopo innumerevoli vendite e acquisti, il territorio finisce nelle mani dei marchesi di Maranzana
Dal 1331 fino al 1708 - Funge da fortezza di confine tra il Marchesato del Monferrato e quello di Milano

Nel Marchesato Aleramico fu tenuta in suffeudo dai Monferrato da Pietro Tibaldeschi (5 aprile 1477), Pietrine Bobba (27 marzo 1489), Costantino Comneno, principe di Tessaglia (24 febbraio 1492), Marcantonio Arborio di Gattinara (14 marzo 1521), che la lasciò alla figlia Elisa di Lignana - Gattinara signora di Settimo (25 luglio 1529). Fabrizio, suo nipote, ne fu investito col comitato (9 aprile 1637); la figlia Barbara la trasmise ai figli Giovanni Battista e Mercurino di Sannazzaro (13 luglio 1679), i cui discendenti vendettero il feudo a Ottavio Giacomo Ghilini, marchese di Maranzana (2 maggio 1680).

1797 - Perdita del feudo da parte dei marchesi di Maranzana a causa dell'estinzione dei diritti feudali